;

 


21 | 09 | 2017

Login Form

fi90.gif La Chiesa Valdese di Trapani e Marsala
 
Una comunità valdese a Trapani è apparsa attorno al 1872, ma se ne perdono le tracce verso  il 1910 a motivo delle opposizioni che la fede evangelica incontrava. Probabilmente alcuni membri si integrarono  con la  chiesa  metodista allora presente nel trapanese, e poi, alcuni decenni più tardi, con la chiesa pentecostale che, nel dopoguerra, si era sediata nella provincia di Trapani.
Da quest'ultima chiesa provengono quei credenti che, nel 1952, essendosi costituiti come gruppo autonomo, chiesero alla Tavola valdese di mandare un pastore ad aprire un nuovo locale di culto nella città. La cura dei pastori valdesi provenienti da Palermo favorì così un periodo prospero in cui la comunità valdese era sparsa per tutta la provincia di Trapani (Marsala, Castelvetrano, Mazara del Vallo, Campobello di Mazara, Vita). L'emigrazione, tuttavia, costringerà intere famiglie a lasciare le zone dell'entroterra contribuendo alla scomparsa delle comunità valdesi ad eccezione di Marsala e Trapani, le quali però si riducono a pochissimi membri fino alla metà  degli anni '80, all'inizio del ministero della pastora Laura Leone.
Ella curò con entusiasmo la comunità la quale  incominciò a vivere una nuova vita, un nuovo risveglio, un nuovo impegno nel sociale, nel campo ecumenico e nella  evangelizzazione. Questo impegno è stato sempre più incoraggiato da nuove conversioni e ammissioni in chiesa anche  dopo la partenza della pastora Leone.
Oggi la comunità continua la sua testimonianza evangelica con rinnovato entusiasmo. Essa è una Chiesa locale formata da quanti hanno liberamente scelto di aderirvi, hanno chiesto il battesimo o – se battezzati da fanciulli – lo hanno confermato dopo un corso di istruzione biblica. Essi si riuniscono in un’assemblea che  delibera  sulle attività  della chiesa, elegge un consiglio e i propri deputati alle assemblee regionali e al Sinodo. Ciascun membro è tenuto a contribuire ai bisogni della chiesa. Su sua domanda è iscritto nel registro dei membri elettori per esercitare il diritto di voto: può eleggere ed essere eletto. Tuttora la chiesa conta circa 70 membri iscritti, più un numero variabile di simpatizzanti.
L’aumento dei membri di chiesa ha posto nel tempo la necessità di avere un locale di culto più ampio e funzionale per svolgere le varie attività della chiesa anche a sfondo sociale. Così, dopo lunghi ed estenuanti anni di attesa, si è potuta realizzare la costruzione di due nuovi templi (a Marsala nel 1996 e a Trapani nel 2005) grazie, soprattutto, al sostegno e alla generosità dei numerosi donatori delle chiese protestanti all’estero.
I nuovi templi valdesi a Marsala e Trapani, oltre a risolvere i problemi di spazio, vorrebbero essere una presenza visibile nella città e un luogo di espressione di libertà. La presenza di una realtà protestante modesta, ma attiva e vivace, e la testimonianza concreta di una comunità che non vuole chiudersi a riccio, ma portare nella società il suo contributo e la sua cultura protestante in una Italia sempre più europea in cui la diversità  è  diventata parte del tessuto  sociale.
 
 

Pastori nella nostra comunità

Laura Leone                       dal 09/1987 al 07/1994

Giuseppe Ficara                dal 09/1994 al 07/2001

Marcello Salvaggio            dal 09/2001 al 07/2007

Alessandro Esposito         dal 09/2007 all'11/2013

Eleonora Natoli                   dall'11/2014 al 07/2015

Tim Tenclay                        dal 09/2015

 
 
 
Share

AVVISO:  I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, si accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. I nostri sono solo cookie tecnici, ovvero quelli in grado di registrare informazioni per non costringerci a digitarle ogni volta che visitiamo il sito.